SPETTACOLI > RESIDENZA ARTISTICO TECNOLOGICA - A.R.T.E. Augmented Reality Theater Experience

RESIDENZA ARTISTICO TECNOLOGICA - A.R.T.E. Augmented Reality Theater Experience RESIDENZA ARTISTICO TECNOLOGICA - A.R.T.E. Augmented Reality Theater Experience

 

16 Dicembre Ore 21 Spazio OSC, Via Newton 12 - Cagliari

SPETTACOLO DI TEATRO ARTE E NUOVE TECNOLOGIE MAP Elicitation

di e con V.E.I.A Association (Francia) – Kyber Teatro (Italia)

Presentazione APERTA AL PUBBLICO


 

17 Dicembre ore 19 Spazio OSC, Via Newton 12 – Cagliari

SPETTACOLO DI TEATRO ARTE E NUOVE TECNOLOGIE MAP Elicitation

di e con V.E.I.A Association (Francia) – Kyber Teatro (Italia)

Presentazione solo per operatori culturali, artisti, piccole medie imprese dello Spettacolo.

 

Il Festival ospiterà la Residenza Artistica tecnologica che prevede la collaborazione tra la Compagnia Kyber Teatro (responsabile del progetto di residenze artistiche “A.R.T.E vincitore Bando Regione Sardegna ScrabbleLAB “RESIDENZE ARTISTICO-CREATIVE IN SARDEGNA” POR FESR 2014-2020) e la compagnia di Lyon (Francia) V.E.I.A, finalizzata alla creazione di una nuova produzione interattiva artistica, teatrale, tecnologica “ Map Elicitation”.

 

Il Progetto di residenza artistica “ A.R.T.E. Augmented Reality Theater Experience “ è un progetto transdisciplinare e transmediale da realizzarsi in Sardegna attraverso la mobilità degli artisti e delle loro opere provenienti da differenti paesi europei (Francia) ed extraeuropei (Libano) e lo scambio creativo digitale con gli artisti sardi. In questa direzione, il progetto punta a potenziare il livello creativo digitale delle imprese culturali e creative locali collegandole alla filiera formativa culturale locale e a quella digitale, innalzando la competitività del settore anche attraverso momenti formativi aperti a tutti, sulle nuove tecnologie applicate alla scena e/o momenti dedicati alla divulgazione del processo di sperimentazione posto in essere nella residenza. Inoltre produrrà collaborazioni stabili e continuative attraverso nuove produzione di allestimenti spettacolari che verranno realizzate, durante tutto il processo di residenza e che saranno rappresentate, ultimato il progetto di residenza, oltre che in Sardegna, anche nei paesi degli artisti ospitati e nei principali Festival d’ambito creativo digitale internazionale, ampliando la dimensione internazionale per raggiungere nuovi pubblici e nuovi mercati nel resto del mondo.

Tema:

La residenza avrà come tema il concetto di ubiquità “reale” e virtuale: la conquista del diritto all’ubiquità quale nuovo diritto umano, tema umanamente necessario, in questi tempi segnati da confini fisici e umani invalicabili; come espresso da Paul Valery nel testo "La conquista dell’ubiquità“ : le opere acquisteranno una sorta di ubiquità [...] saremo alimentati da immagini visive o auditive che appariranno e spariranno al minimo gesto, quasi a un cenno. Il concetto aristotelico dell’Hic et Nunc, alla base dell’ arte performativa, verrà ampliato, attraverso la realtà aumentata in teatro, nel qui ora e ovunque.

Tra gli artisti ospitati: i francesi Matthieu Tercieux e Edouard Souillot della Compagnia V.E.I.A. e la compagnia libanese Minwal Theatre che collaboreranno con gli artisti sardi under 35 e non, la compagnia Kyber Teatro – Aquilone di Viviana e la filiera formativa culturale locale. La compagnia Kyber Teatro, spin off de L’aquilone di Viviana, sin dal 2014 ha avviato all’interno del del Festival Internazionale di Teatro Arte e Nuove tecnologie Le Meraviglie del possibile, la creazione di una rete internazionale ed è proprio all’interno della rete che ha avuto modo di conoscere, apprezzare e collaborare con gli artisti francesi e libanesi proposti. Il Festival, rappresenta quindi anche la cornice ideale dove presentare la prima parte del processo di residenza con la compagnia francese.