Non categorizzato

MNEMAGOGHI – ITINERARIO MULTIMEDIALE PER LE STRADE DELLA CITTA’ DI CAGLIARI (15/12/20 – FESTIVAL LMDP7)

By 10 Dicembre 2020 No Comments

Martedì 15 alle ore 16:00
MNEMAGOGHI – itinerario multimediale per le strade della città di Cagliari.

Martedì 15 alle ore 16:00
MNEMAGOGHI – ITINERARIO MULTIMEDIALE PER LE STRADE DELLA CITTà DI CAGLIARI.
(Progetto vincitore Open Call Festival LMDP7 2020)
Partecipazione SOLO SU PRENOTAZIONE a info@kyberteatro.it – / PRENOTAZIONI LIMITATE Causa Covid19.
Con Books on Wall e il Collettivo NoMade si entrerà in medias res, si esperirà cioè “Mnemagoghi- piccola raccolta di luoghi animati”, un itinerario urbano ipermedia, co-creato dagli abitanti della città di Cagliari in collaborazione con Kyberteatro.
Per realizzare l’opera sono stati chiamati all’azione i cittadini stessi invitandoli a raccontare un loro luogo dell’anima a Cagliari.
Il capoluogo sardo sarà collegato, idealmente e di fatto, con il percorso “Radio NoMade in Arberia”.
Attraverso un applicazione dedicata, App BooksOnWall, i partecipanti ascolteranno attraverso un audio, e suggerita da una mappa georeferenziata, la storia degli Arbëreshë, le comunità albanesi dell’’Italia meridionale, ripercorrendo la strada che porta alle radici di ognuno di noi. Arberia è il nome che usano gli Arbëreshë per definire la loro nazione sparsa nel Sud del nostro Paese ma unita dalla lingua. Infatti, l’antica arbëreshë continua a essere parlata e trasmessa dai discendenti di quei “migranti” che fuggirono dall’impero Ottomano e vennero a stabilizzarsi in Italia tra il XV e XVIII secolo.
GLI ARTISTI.
BOOKS ON WALL è un collettivo artistico che nasce in Uruguay da un’idea di Fulvio Capurso, architetto e artista italiano. Dall’Uruguay alla Spagna, dall’Italia al Portogallo, dove attualmente opera, a Lisbona, Books On Wall è il prodotto del lavoro collaborativo e interdisciplinare di professionisti delle più svariate aree: arti visive, scrittura e letteratura, storia, audiovisuale, fotografia, disegno e pittura, animazione, musica e suono, comunicazione, programmazione digitale e gestione culturale. Attualmente il collettivo intende implementare il progetto sul territorio europeo, cominciando dai paesi legati alla cultura mediterranea (Spagna, Portogallo, Francia, Italia, Grecia), e in parallelo continua a sviluppare i suoi progetti in Uruguay con la prospettiva di ampliarsi in altri paesi dell’America Latina.
Il COLLETTIVO internazionale NOMADE dal 2017 sviluppa progetti artistici legati alla memoria collettiva e dei territori, in particolare attraverso il dispositivo “Radio NoMade” con il quale si mettono in relazione materiale d’archivio e contenuti contemporanei per far emergere l’evoluzione dei processi comunitari che si vanno a esplorare. E’ un gruppo poliedrico, che racchiude diverse abilità e sensibilità artistiche, in particolare nella grafica, il sound design, la videoarte, le arti performative, l’arte visuale, le installazioni site-specific e l’interactive art. Il collettivo include un approccio psico-sociale nella costruzione degli interventi artistici, che propone coinvolgendo il più possibile, quando possibile, le comunità e il pubblico.